Istituto di Psicoterapia del bambino e dell’adolescente

Fondato nel 1975

Seminari

Il bambino e il caregiver frammentato

09 ottobre 2021

Orario 09:00/16:30

Alessandro Ziche, Cristiana Bosio, Elisa Bertoncelli, Marialuisa COnti, Marta Colciago, Silvia Liberatore, Cinzia Naibo, Danilo Sesso, Serena Pinto, Gabriele Previtali

Il bambino è indotto per natura a considerare la minaccia come esterna al “legame primario”. In ambito di Tutela minorile la natura delle cose si inverte drammaticamente, la minaccia si colloca dentro il “legame primario” e l’intervento di Tutela rende concreta tale insopportabile contraddizione. 

Poiché il legame primario del minore viene messo in discussione dalle drammatiche ragioni pregiudizievoli, lo psicoterapeuta si trova davanti non solo all’esito della traumaticità, alla non integrazione interna del piccolo paziente, ma anche ad un vuoto del “legame primario”; un vuoto di sicurezza (di attaccamento) reso vacante proprio da chi dovrebbe proteggere. 

Il curante facente funzione genitoriale dopo l’allontanamento del minore diventa la “Rete dei Servizi” (insieme complesso di diversi professionisti) e il bisogno di integrazione del bambino diventa anche il bisogno di integrazione del progetto di cura e dei suoi protagonisti, un bisogno massiccio e fondamentale per l’efficacia della psicoterapia. 

La situazione è di per sé estremamente complicata, le diverse professioni e i diversi mandati e responsabilità rendono le comunicazioni non scontate e fraintendibili. Lo stesso oggetto di lavoro della Tutela minorile, ovvero gli “Eventi Sfavorevoli Infantili”, promuove forti sollecitazioni emotive, deontologiche ed etiche e per fronteggiarle occorrono buone prassi di lavoro e metodologie complesse e integrate. 

Il nostro gruppo, composto da 10 psicoterapeuti, partendo da una casistica di 67 pazienti visti in “5 anni”, delineerà una serie di strumenti specifici ad integrazione della presa in carico psicoterapica in età evolutiva; ad esempio, l’importanza del gruppo di lavoro clinico, del doppio psicoterapeuta, della diagnosi di traumaticità complessa, delle tecniche psicoterapiche non verbali e della “narrazione della storia di tutela a valenza terapeutica”. 

Un lavoro d’integrazione e potenziamento della psicoterapia “in stanza” partendo dall’evidenza clinica e dalla letteratura scientifica del caso. 

 

La partecipazione ai seminari avverrà tramite piattaforma Zoom. E’ necessario iscriversi presso la Segreteria dell’Istituto. Dopo l’iscrizione verrà inviato il link di collegamento. E’ stato richiesto per tutti i seminari l’accreditamento ECM.

e-mail: psibasegr@fastwebnet.it 

09.00 - 12.30 - Esposizione teorica del tema della giornata

13.00 - 14.00 - Pausa Pranzo

14.00 - 16.30 - Presentazione e discussione di materiale clinico